Corso “Tarature e assicurazione qualità in microbiologia”

TARATURE, ASSICURAZIONE QUALITÀ, MONITORAGGIO DELLE COMPETENZE NEI LABORATORI DI MICROBIOLOGIA

 

Il corso intende fornire strumenti pratici e leggeri per soddisfare gli obblighi della norma ISO 17025 e gli ulteriori requisiti Accredia, evitando al contempo di appesantire l’attività del laboratorio con inutili e complessi adempimenti, peraltro non previsti dalle norme.

È proprio vero che bisogna far effettuare prove pratiche per ogni metodo per “mantenere la qualifica del personale”? Anzi, per dirla tutta, ha senso parlare di “mantenimento della qualifica” nei termini in cui se ne parla abitualmente e attualmente nella maggior parte dei laboratori?

Come si potrebbe invece riuscire a riunire in un unico processo tutte le attività di assicurazione qualità, verifica nel tempo delle prestazioni dei metodi, monitoraggio delle competenze e stima dell’incertezza, ottenendo il massimo risultato col minimo sforzo, risparmiando preziose risorse?

È poi vero che per la microbiologia delle acque si devono allestire tutte le prove pratiche previste dalla ISO 29001?

Cosa prescrivono le norme e guide applicabili (ISO 7218, guida AML), relativamente al monitoraggio dei locali?

Come si può gestire nel modo migliore il reagentario, inclusi i controlli sui mezzi di coltura?

Il corso intende fornire ai laboratori queste risposte, le risposte, basate solidamente sulla logica e sull’evidenza dei contenuti delle norme, da fornire poi agli ispettori, senza tema di smentita.

E, per quanto riguarda le tarature e in generale le attività di gestione delle apparecchiature (controlli, manutenzioni, verifiche) quali sono gli obblighi reali e come soddisfarli in pratica? Serve davvero imbastire una complessa e costosa analisi del rischio, fatta di carte di controllo, confronti, ripetizioni per ridurre al minimo essenziale, tale però da garantire comunque l’affidabilità dei risultati, il peso di queste attività? L’analisi del rischio può e deve essere utilizzata, anche per impostare al meglio queste attività, ma certamente non nei modi che oggi vanno per la maggiore…

Il corso, ricco di esempi, della durata di una giornata, fornisce le risposte a tutte queste domande. Il corso tratta i temi relativi ai punti 6.2, 6.3, 6.4, 7.2.1, 7.5, 7.6, 7.7 della norma ISO 17025 e delle norme e guide ad essi collegate, indicando i modi più semplici, razionali, affidabili, per soddisfare i requisiti; sono inoltre descritte le modalità pratiche per eseguire tarature e verifiche, con esempi visivi e indicazioni sui fogli di calcolo da adattare e utilizzare. I fogli di calcolo sono messi a disposizione dei partecipanti, in forma “aperta”. Viene ovviamente indicato come procedere alla “validazione” in modo semplice ed efficace, per questi ed altri fogli. Sono inoltre forniti gli esempi di procedura, in formato word.

 

Qui la locandina. Sotto i riferimenti per l’iscrizione.

CONTATTACI

Scrivi un’email per avere informazioni sul corso e per iscriverti
w

RICHIEDI INFORMAZIONI